Il mio tutto

Autore: Chiara Zaccardi

Editore: Bibliotheka edizioni 

Genere: Gay romance

Dat di pubblicazione: giugno 2020

Pagine: 540

Prezzo: 18€

Valutazione: 5/5

Siamo nell’italianissima Parma, in un liceo come tanti dove il nuovo arrivato Davide già dal primo giorno desta l’attenzione dei suoi compagni, ha un talento incredibile nel disegno, è bellissimo ma rifiuta le avances delle ragazze e poco dopo rivela candidamente la sua omosessualità.

Dal primo momento che lo vede,  anche Christian il leader dei bulletti della scuola, non può fare a meno di sentirsi affascinato da quello strano ragazzo, ma lui non può ammetterlo, quindi è uno dei primi ad iniziare con le offese e le intimidazioni. 

“L’ occhiata che mi ha lanciato quando si è rialzato è stato peggio che  se mi avesse restituito  il colpo. Mille volte volte peggio. Era piena di delusione, come se avesse creduto che potevo essere meglio di cosi.” 

Tutto fino a che tutta la sua rabbia sfocia nel loro primo bacio. 

“Lo guardo dormire. E sono così contento da avere paura. Perché una felicità completa e  assoluta non può durare per sempre.” 

Il loro primo amore sboccia nella passione, ma nel segreto. Tra tanti alti e bassi, ripensamenti, tante litigate, rotture, autodistruzione.

“Continua a farmi a pezzi e a rimettermi insieme, ma non so più se posso essere aggiustato”.

 Tanti libri riescono a coinvolgermi per il tempo della lettura, pochi mi entrano nel cuore, questo libro è uno di quelli che ti entrano dentro, uno di cui sentirai la mancanza e rileggerai più volte.

Lo stile dell’ autrice è eccezionale, un libro coinvolgente dalla prima all’ultima pagina. Dialoghi realistici,  i narratori sono entrambi i protagonisti cosa che era necessaria per garantire una comprensione a 360 gradi sui sentimenti e le azioni di entrambi. Persino i personaggi secondari sono ben caratterizzati e scatenano le emozioni del lettore.

La componente sessuale è presente ma in maniera molto soft. I temi trattati sono molto importanti: omosessualità, autolesionismo, bullismo, lotta per l’accettazione di sé e degli altri, eppure l’autrice riesce a farlo senza dare alcuna pesantezza al testo.

Davide è un ragazzo speciale che non può che essere il preferito del lettore, impossibile non provare empatia e tenerezza, ma non cade mai nel  patetico neanche quando cerca di distuggersi.  Christian è il personaggio più difficile, fa fatica ad accettarsi e si rifugia dietro una maschera che non gli appartiene e gli fa compiere azioni molto discutibili, eppure non si può fare a meno di aspettare i suoi tempi e sperare nel lieto fine.

Imperdibile! 

Serena Murgia 

Le letture di Adso

Lascia un commento

Torna in alto